Cookies on the Nikon Instruments website
We use cookies to ensure we give you the best experience on our website. If you continue we'll assume
that you are happy to receive all cookies on the Nikon Instruments website.
Find out more about our cookie policy

Nikon

Nikon Instruments Europe B.V. | Italia

Skip to main content

Sistema con microscopio invertito

Richiesta di preventivo

Nuovissima piattaforma con microscopio invertito Nikon per l'imaging avanzato. Per osservare molto più di prima!

Eclipse Ti2 in breve (0:28)

L'Eclipse Ti2 offre un campo visivo (FOV) di 25 millimetri, senza rivali, che rivoluziona il modo di osservare. Grazie a questo incredibile FOV, il Ti2 massimizza l'area del sensore delle telecamere CMOS di grande formato senza compromessi e migliora significativamente il throughput dei dati. La piattaforma eccezionalmente stabile e senza deriva del Ti2 è progettata per soddisfare le esigenze di imaging in super-risoluzione, mentre le sue capacità di controllo hardware uniche migliorano anche le applicazioni di imaging ad alta velocità più impegnative. Inoltre le esclusive funzioni intelligenti del Ti2 guidano gli utenti attraverso i flussi di lavoro di imaging grazie alla raccolta di dati provenienti da sensori interni, eliminando la possibilità di errori umani. Inoltre, lo stato di ciascun sensore viene registrato automaticamente durante l'acquisizione, offrendo il controllo qualità per gli esperimenti di imaging e migliorando la riproducibilità dei dati.  In combinazione con il potente software di acquisizione e analisi di Nikon, NIS-Elements, il Ti2 è una novità assoluta nel campo dell'imaging.

Caratteristiche salienti

FOV innovativo

 Espandi la visione (0:30)

Con l'evoluzione delle tendenze della ricerca verso approcci a livello di sistemi su vasta scala, vi è una crescente domanda di maggiore velocità nell'acquisizione dei dati e nelle capacità di throughput superiori. Lo sviluppo di telecamere con sensori di grande formato e i miglioramenti delle capacità di elaborazione dei dati su PC hanno agevolato tali tendenze della ricerca. Il Ti2, con il suo campo visivo di 25 millimetri senza precedenti, offre un livello superiore di scalabilità, che consente ai ricercatori di massimizzare realmente l'utilità di rivelatori di grande formato e rendere la piattaforma di imaging pronta per il futuro, vista la rapida evoluzione delle tecnologie della telecamera.

FOV singolo di neuroni in coltura, acquisito con obiettivo CFI Plan Apo lambda 60x e telecamera DS-Qi2.

Foto per gentile concessione di J. Rappoport, Nikon Imaging Center, Northwestern Univ.; Campione per gentile concessione di S. Kemal, B. Wang, e R. Vassar, Northwestern Univ.

Illuminazione brillante su un'area vasta

I LED ad alta potenza forniscono l'illuminazione brillante all'interno dell'ampio campo visivo del Ti2, assicurando risultati nitidi e coerenti da applicazioni esigenti, come il DIC a elevato ingrandimento. L'integrazione di una lente fly-eye fornisce un'illuminazione uniforme da un bordo all'altro per l'imaging quantitativo ad alta velocità e l'affiancamento ottimale delle immagini in applicazioni di stitching.

Ti2_illuminator

Illuminatore LED ad alta potenza

Ti2-flye-eye

Lente fly-eye integrata

Un illuminatore compatto a epi-fluorescenza, progettato per l'imaging con FOV ampio è dotato di lente fly-eye al quarzo e fornisce elevata trasmittanza in un ampio spettro, tra cui UV. I filtri a fluorescenza di grande diametro con hard coatings offrono immagini con FOV ampio, con un elevato rapporto segnale-rumore.

Large FOV epi-fl illuminator

Illuminatore epi-fl con FOV ampio

Ti2-filters

Cubi filtro a fluorescenza di grande diametro

Ottica di osservazione di grande diametro

Il diametro del percorso luce di osservazione è stato ampliato per ottenere un numero di campo pari a 25 alla porta di imaging. L'ampio FOV risultante è in grado di acquisire un'area pressoché doppia rispetto alle ottiche convenzionali, consentendo agli utenti di ottenere il massimo delle prestazioni dai sensori di grande formato come i rilevatori CMOS.

Ti2-tube-lens

Lente del tubo allargata

Ti2-imaging-port

Porta di imaging con grande numero di campo pari a 25

Obiettivi per Imaging con FOV ampio

Gli obiettivi con planarità superiore dell'immagine garantiscono immagini di alta qualità da un bordo all'altro. L'uso del potenziale massimo dell'obiettivo OFN25 accelera notevolmente la raccolta dei dati.

Ti2-objective

Telecamere per l'acquisizione dati a grande volume

La telecamera monocromatica DS-Qi2 a elevata sensibilità e la telecamera a colori DS-Ri2 ad alta velocità sono dotate di sensori di immagine CMOS ampi da 36,0 x 23,9 millimetri, 16,25 megapixel, consentendo il massimo delle prestazioni con il FOV ampio da 25 millimetri del Ti2.

ti2-dslr

Tecnologia delle telecamere D-SLR ottimizzata per microscopia

ti2-Qi2

DS-Qi2

Ti2-Ri2

DS-Ri2


Ottica Nikon ineguagliata

L'ottica CFI60 infinity di Nikon ad alta precisione, destinata all'uso con numerosi metodi di osservazione sofisticati, è altamente stimata dai ricercatori per le prestazioni ottiche eccellenti e la solida affidabilità.

Contrasto di fase apodizzato

Gli esclusivi obiettivi apodizzati a contrasto di fase di Nikon con filtri ad ampiezza selettiva aumentano notevolmente il contrasto e riducono gli artefatti prodotti dagli aloni per offrire immagini dettagliate ad alta definizione.

Ti2-Apodized-Phase2

Cellule BSC-1 acquisite con obiettivo CFI S Plan Fluor ELWD ADM 40xC

Ti2-Apodized-Phase1

Il disco di fase apodizzato è integrato negli obiettivi APC

Contrasto di fase esterno (Ti2-E)

Il sistema a contrasto di fase esterno motorizzato consente agli utenti di combinare il contrasto di fase con l'imaging a epi-fluorescenza senza compromettere la trasmissione della luce fluorescente, bypassando la necessità di utilizzare obiettivi a contrasto di fase. Ad esempio, è possibile utilizzare obiettivi a NA molto elevato, a immersione in liquidi per l'imaging a contrasto di fase. Grazie a questo sistema a contrasto di fase esterno, gli utenti possono facilmente combinare il contrasto di fase con le altre modalità di imaging, tra cui l'imaging di fluorescenze deboli, come applicazioni TIRF e laser tweezer.

Ti2-External-Phase1

Immagini a epi-fluorescenza e a contrasto di fase esterno: Cellule PTK-1 marcate con GFP-alfa-tubulina acquisite con obiettivo a olio CFI Apo TIRF 100x. Foto per gentile concessione di Alexey Khodjakov, ricercatore Ph.D VI / Professore, Wadsworth Center

Ti2-External-Phase2

Contrasto a interferenza differenziale (DIC)

L'ottica DIC altamente stimata di Nikon offre immagini nitide in maniera omogenea e dettagliate con alta risoluzione e contrasto in tutta la gamma di ingrandimento. I prismi DIC sono adattati singolarmente per ciascuna lente dell'obiettivo per fornire immagini DIC di altissima qualità per ogni campione.

Ti2-dic2

Immagini DIC e in epi-fluorescenza:
Immagine FOV 25 mm di neuroni (DAPI, Alexa Fluor® 488, rodamina-falloidina), acquisite con obiettivo CFI Plan Apo lambda 60x e telecamera DS-Qi2
Foto per gentile concessione di Josh Rappoport, Nikon Imaging Center, Northwestern Univ.;
Campione per gentile concessione di S. Kemal, B. Wang, e R. Vassar, Northwestern Univ.

Ti2-DIC

I prismi DIC abbinati ai singoli obiettivi sono montati sulla torretta portaobiettivi

Contrasto con modulazione avanzata Nikon (NAMC)

Questa è una tecnica di imaging ad alto contrasto compatibile con la plastica per campioni non colorati, trasparenti come gli oociti. NAMC fornisce immagini pseudo-tridimensionali con un aspetto con proiezione d'ombra. È possibile regolare la direzione del contrasto facilmente per ciascun campione.

Ti2-NAMC2

Immagine NAMC: Embrioni di topo, acquisiti con obiettivo CFI S Plan Fluor ELWD NAMC 20x

Ti2-NAMC

Le lenti dell'obiettivo NAMC contengono modulatori girevoli

Collare di correzione automatica (Ti2-E)

Le variazioni di spessore del campione, dello spessore del vetro di copertura, della distribuzione dell'indice di rifrazione del campione e di temperatura possono causare aberrazione sferica e il deterioramento dell'immagine. Gli obiettivi di più alta qualità sono spesso dotati di collari di correzione per compensare tali variazioni e il preciso posizionamento del collare è fondamentale per ottenere immagini ad alta risoluzione e a contrasto elevato. Questo nuovo collare di correzione automatica utilizza un algoritmo ad azionamento armonico e di correzione automatica che consente agli utenti di ottenere facilmente una precisa regolazione del collare per ottenere ogni volta prestazioni massime dall'obiettivo.

Ti2-Correction-Collar2

Immagine con super-risoluzione (DNA PAINT):
Cellule CV-1 che esprimono α-tubulina (verde) e TOMM-20 (fucsia) acquisite con CFI Apo TIRF 100x Obiettivo a olio

Meccanismo di azionamento armonico per il controllo ad alta precisione del movimento del collare di correzione

Epi-fluorescenza

Gli obiettivi della serie λ, che utilizzano la tecnologia di rivestimento in nanocristallo brevettata di Nikon, sono l'ideale per l'imaging più esigente, a basso segnale, a fluorescenza multi-canale, che richiede alta trasmissione e correzione dell'aberrazione su un intervallo di lunghezze d'onda ampio. In combinazione con nuovi cubi filtro a fluorescenza che offrono una migliore rilevazione della fluorescenza e contromisure contro la luce diffusa, come il terminatore di rumore, gli obiettivi della serie λ dimostrano la loro potenza nelle osservazioni con segnale debole, come l'imaging su singole molecole e perfino le applicazioni basate su luminescenza.

Ti2-Epi-Fluor4

Immagine in luminescenza:
Cellule HeLa che esprimono proteina indicatrice di calcio a base di BRET, nano-lanterna (Ca2+).
Campione per gentile concessione del Prof. Takeharu Nagai, Istituto di ricerca scientifica e industriale, Università di Osaka

Ti2-Epi-fluor1

Rivestimento convenzionale

Ti2-Epi-fluor2

Rivestimento in nanocristallo


Messa a fuoco Perfezionata

Sistema Perfect Focus Nikon (0:33)

Anche la minima variazione in termini di temperatura e vibrazioni nell'ambiente di imaging può influire notevolmente sulla stabilità del fuoco. Il Ti2 elimina la deriva del fuoco, grazie a misure statiche e dinamiche per consentire la visualizzazione fedele del mondo nanoscopico e microscopico durante gli esperimenti time-lapse lunghi.


Riprogettato a livello meccanico per la stabilità ultra-alta (Ti2-E)

pfs

L'elevata stabilità del meccanismo di messa a fuoco Z rimane vicina alla torretta portaobiettivi, anche in configurazioni estese

Al fine di migliorare la stabilità del fuoco, i meccanismi di autofocus PFS e Z-drive sono stati completamente riprogettati.

Il nuovo meccanismo di messa a fuoco Z è più piccolo e posizionato accanto alla torretta portaobiettivi per ridurre al minimo le vibrazioni. Resta vicino alla torretta portaobiettivi anche in una configurazione estesa (doppio strato), assicurando la stabilità per tutte le applicazioni.


Ti2-Stability2

La porzione del rivelatore del sistema Perfect Focus (PFS) è stato separato dalla torretta portaobiettivi al fine di ridurre il carico meccanico sulla torretta portaobiettivi. Questo nuovo design riduce anche il trasferimento termico, che contribuisce a una maggiore stabilità dell'ambiente di imaging. A tal fine, anche il consumo energetico del motore Z-drive è stato ridotto. Insieme, queste riprogettazioni meccaniche si traducono in una piattaforma di imaging ultra-stabile, perfettamente adatta per applicazioni di imaging su singole molecole e con super-risoluzione.


Sistema Perfect Focus Nikon di quarta generazione (Ti2-E)

La nuova generazione del sistema Perfect Focus (PFS) corregge automaticamente la deriva del fuoco causata da variazioni di temperatura e vibrazioni meccaniche, che possono essere causate da numerosi fattori, tra cui l'aggiunta di reagenti al campione e l'imaging multi-posizione.

Il PFS rileva e traccia la posizione di un piano di riferimento (ad esempio la superficie dei campione nel caso di obiettivi a immersione) in tempo reale per mantenere il fuoco. L'esclusiva tecnologia a offset ottico consente agli utenti di mantenere il fuoco in un offset con posizione arbitraria rispetto al piano di riferimento. L'utente può semplicemente mettere a fuoco sul piano desiderato e quindi attivare il PFS, che quindi mantiene la messa a fuoco in maniera automatica e continua grazie a un encoder lineare integrato e un meccanismo di feedback ad alta velocità, fornendo immagini altamente affidabili anche durante attività di imaging complesse a lungo termine.

Il PFS è compatibile con un'ampia gamma di applicazioni, da esperimenti di routine con piastre di coltura in plastica all'imaging su singole molecole e multi-fotone. È inoltre compatibile con una vasta gamma di lunghezze d'onda, dall'ultravioletto agli infrarossi, fornendo un mezzo per mantenere una perfetta messa a fuoco anche per applicazioni multi-fotone e con optical tweezer.

focal-plane
spectra

Spettro del dicroico del PFS


Guida Intelligent Assist

pic_23

I sensori integrati rilevano lo stato dei componenti del microscopio

Non è più necessario memorizzare procedure di allineamento del microscopio e di funzionamento complicate. Il Ti2 integra i dati provenienti dai sensori per guidare l'utente attraverso questi passaggi, eliminando errori umani e consentendo ai ricercatori di concentrarsi sui propri dati.

Visualizzazione continua dello stato del microscopio (Ti2-E/A)

Cambia prospettiva (0:19)

Un gruppo di sensori integrati rileva e trasmette le informazioni di stato per numerosi componenti del microscopio. Tutte le informazioni di stato sono registrate nei metadati quando si acquisiscono le immagini con un computer, in modo da poter facilmente recuperare le condizioni di acquisizione e/o verificare la presenza di errori di configurazione.

Inoltre, una telecamera integrata interna permette agli utenti di visualizzare l'apertura posteriore, agevolando la conferma dell'allineamento dell’ anello di fase e la sezione trasversa di estinzione nel DIC. Fornisce inoltre un metodo a laser-safe per l'allineamento dei laser per applicazioni come TIRF.


status-lights

Spie di stato

È possibile visualizzare lo stato del microscopio su un tablet e anche determinarlo sulla base di indicatori di stato sulla parte anteriore del microscopio, permettendone la determinazione in una stanza oscurata.


Indicazioni operative (Ti2-E/A)

La funzione Assist Guide di Ti2 fornisce indicazioni interattive dettagliate per l'utilizzo del microscopio. La funzione Assist Guide può essere visualizzata su un tablet o un PC e integra i dati in tempo reale provenienti dai sensori integrati e da una fotocamera interna. Assist Guide è una funzione ideata per guidare gli utenti nelle procedure di allineamento, sia per l'impostazione degli esperimenti sia per l'individuazione di problemi.

assist-guidance

Rilevamento automatico degli errori (Ti2-E/A)

check-mode

La modalità di controllo consente agli utenti di verificare agevolmente, da tablet o PC, il posizionamento dei componenti del microscopio corretti per il metodo di osservazione scelto. Questa funzionalità permette di risparmiare il tempo e gli sforzi normalmente richiesti per l'individuazione dei problemi che impediscono di impostare il metodo di osservazione desiderato. Si tratta di una funzionalità particolarmente vantaggiosa in presenza di più utenti, quando esiste la possibilità che ognuno di essi faccia modifiche inaspettate alle impostazioni del microscopio. È inoltre possibile pre-programmare delle procedure di controllo personalizzate.


Funzionamento intuitivo

Tutti i pulsanti e gli interruttori sono posizionati in base al tipo di illuminazione che controllano. I pulsanti che controllano l'osservazione diascopica si trovano sul lato sinistro del microscopio, mentre quelli che controllano l'osservazione in epifluorescenza si trovano a destra. I pulsanti che controllano le operazioni comuni si trovano sul pannello anteriore. Questa suddivisione in aree specifiche consente di ricordare facilmente la disposizione dei pulsanti, una caratteristica vantaggiosa se si utilizza il microscopio in una stanza oscurata.

microscope-control

❶ Interruttore continuo (Ti2-E)

Il design del microscopio accoglie interruttori continui per il controllo di dispositivi quali torretta porta filtri a fluorescenza e torretta portaobiettivi. Sono tipi di interruttori che simulano la rotazione dei suddetti dispositivi, il che consente un controllo intuitivo. È possibile attribuire agli interruttori continui una funzionalità aggiuntiva; in questo modo, con un solo interruttore possono essere fatti funzionare più dispositivi associati. Ad esempio, l'interruttore continuo per la torretta porta filtri a fluorescenza non solo fa ruotare la torretta ma fa anche aprire e chiudere l'otturatore a fluorescenza in risposta alla pressione da parte dell'utente. È inoltre possibile programmare gli interruttori affinché facciano funzionare una ruota porta filtri barriera e l'unità di contrasto di fase esterna.

❷ Pulsante funzione programmabile (Ti2-E/A)

Dei pulsanti funzione posizionati in punti strategici consentono di personalizzare l'interfaccia utente. Gli utenti possono scegliere fra oltre 100 funzioni, come il controllo di dispositivi motorizzati, ad esempio degli otturatori, e anche l'invio dei segnali a dispositivi esterni per mezzo della porta I/O per l'acquisizione in trigger. A questi pulsanti si possono assegnare anche funzioni relative alle modalità, che consentono di cambiare all'istante i metodi di osservazione memorizzando le impostazioni di ogni dispositivo motorizzato.

❸ Manopola di messa a fuoco (Ti2-E)

Accanto alle manopole di messa a fuoco sono disponibili un pulsante di accelerazione della messa a fuoco e un pulsante di attivazione del PFS. I due pulsanti sono riconoscibili al tatto grazie alla loro forma caratteristica. La velocità della messa a fuoco viene adattata automaticamente all'obiettivo in uso consentendo di mantenere una velocità di messa a fuoco ideale per un utilizzo privo di disagi.

Comandi intuitivi tramite joystick e tablet (Ti2-E)

Il joystick Ti2 non solo consente di controllare il movimento del tavolino ma permette di gestire anche la maggior parte delle funzioni motorizzate del microscopio, compresa l'attività del PFS. Può visualizzare le coordinate XYZ e lo stato dei componenti del microscopio, rappresentando per l'utente un mezzo efficace per il controllo remoto dello strumento. Le funzioni motorizzate del dispositivo Ti2 sono gestibili anche da un tablet collegato tramite rete LAN wireless al microscopio; in questo modo gli utenti possono contare su un'interfaccia grafica versatile per il controllo dello strumento.

control-2
control-3


Back to top